Software compensativi nei Disturbi Specifici dell’Apprendimento

bambinidsaChi entra in contatto con il mondo dell’infanzia si rende conto di quanto sia necessario promuovere nei bambini la consapevolezza di nuovi modi di apprendimento. I metodi tradizionali, spesso utilizzati per accompagnare i bambini a svolgere i compiti, non sono sufficienti a sviluppare nel bambino un’autonomia nello studio soprattutto se entrano in campo specifici disturbi dell’apprendimento. Per questo l’AipacProject di San Benedetto del Tronto avvia il corso pratico di base sui “Software compensativi nei disturbi specifici dell’apprendimento”.

Ogni venerdì dal 21 febbraio per tutto il mese di marzo, dalle 18 alle 21 presso la sede dell’AipacProject, si svolgeranno le lezioni rivolte a genitori, insegnati e lavoratori del settore che vorranno acquisire nuove competenze per la migliore assistenza formativa dei bambini con disturbi specifici dell’apprendimento come dislessia, disgrafia, discalculia e disturbo dell’attenzione. Durante il corso verranno forniti i nuovi strumenti software per la costruzione di mappe, sintesi vocali, libri digitali necessari a migliorare la capacità di annotare, prendere appunti, consultare e rielaborare testi, organizzare i dati e schematizzarli e realizzare mappe mentali e concettuali; gli incontri saranno anche l’occasione per riflettere sulle strategie dell’apprendimento, sulle varie modalità di studio e su alcune strategie di calcolo e il problem solving. Al termine dei sei incontri sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

A condurre il corso un esperto, tutor didattico specializzato nei Disturbi Specifici di Apprendimento, collaboratore dell’AID, specializzato in “Psicopatologia dell’Apprendimento” c/o Università di San Marino diretto dal prof. Giacomo Stella, responsabile dei Campus di autonomia per i Dislessici presso il Centro F.A.R.E. di Perugia. Il percorso è a numero chiuso, pertanto è necessario iscriversi entro il 19 febbraio  2014 contattando l’AipacProject al numero 340.887.9319 o all’indirizzo di posta elettronica [email protected]; è possibile reperire ulteriori informazioni e rimanere aggiornati sulle attività dell’Aipac Project consultando il blog www.aipacproject.altervista.org.

L’immagine in copertina è tratta dal web.