Famiglia

RAPPORTO GENITORI E FIGLI

Come parlare ai “figli difficili”

La nuova generazione di adolescenti. I suggerimenti giusti per avvicinarsi a un figlio difficile: osservazione, comprensione, ascolto e un po’ di ironia

Mamma dice no, papà si. Che fare?

Per la tranquillità e la sicurezza dei figli è importante che mamma e papà trovino uno stile educativo il più possibile armonico. La coerenza fra i genitori, agli occhi del bambino, è importante. Qualche suggerimento

Figli più felici se mamma lavora

Mamme, via i sensi di colpa! è accertato che i figli di mamme che lavorano maturano altrettanto bene degli altri, acquisendo una personalità più forte

Le cose da dire o non dire ai nostri figli

Il genitore non deve dire tutto al figlio, specialmente sulla sua vita privata. Quando occorre parlare e cosa tacere

Iperattivi o solo incompresi?

A volte il mondo degli adulti può non comprendere e mal tollerare le esuberanze dei piccoli e considera disturbo ciò che non riesce o non sa gestire.

Come parlare ai nostri figli

Se vuoi che ti ascoltino, usa il linguaggio delle fiabe o inventa una storia: i bambini piccoli non vivono immersi come noi nella realtà, ma in mondi magici

Genitori stressati? I figli si ammalano

La relazione fra stress dei genitori e indebolimento del sistema immunitario è dimostrata: i bambini sono delicati e i turbamenti influenzano la loro salute

I figli timidi custodiscono tesori

Timidezza è un termine a cui diamo spesso una connotazione negativa: lo usiamo per indicare chi è chiuso, poco comunicativo, introverso e talora anche un po’ problematico. Essere timidi non è un limite.

LE PAURE DEI GENITORI

Il tuo bambino non dorme? Ecco cosa fare

Se il tuo bambino non dorme spesso nasconde dei disagi, ecco cosa fare per farlo dormire sereno.

Troppo impegno fa male ai ragazzi

Oggi va di moda stimolare i bambini con molte attività ed è naturale che qualcosa li blocchi: se vanno forzati non diventeranno poliedrici, ma insicuri

Quando nel buio vedono… mostri!

La separazione dai genitori fa parte della crescita di ogni bambino, ma deve avvenire a piccoli passi.

Quando una famiglia attraversa uno stato di disagio o di sofferenza, chi ne patisce di più è il bambino. Il malessere del bimbo si ripercuote sui genitori che spesso si confrontano con un vissuto di impotenza ed avvertono il bisogno di essere aiutati. Si tratta di un intervento che permette di leggere la situazione in termini operativi, puntando all’efficacia. Un intervento d’aiuto per favorire il superamento di un malessere momentaneo e l’attivazione di risorse necessarie per costruire una condizione più soddisfacente.

La consulenza psicologica può aiutare le persone ad affrontare i disagi e le difficoltà collegati ai cambiamenti del ciclo di vita: Avere un figlio: gioie e paure? Come gestire un bambino piccolo? Come affrontare le difficoltà scolastiche? Come relazionarsi ad un figlio adolescente? Se mamma e papà si separano: come dirlo ai propri figli e come gestire il rapporto con loro? E quando in famiglia è necessario spiegare ai più piccoli cos’è la malattia e la morte?

Operiamo in équipe secondo una metodologia integrata. Vari professionisti cooperano in modo flessibile integrando le loro competenze per rispondere meglio al disagio delle persone e per aiutarle a trovare risposte nuove a situazioni problematiche.

La consulenza psicologica è una relazione all’interno della quale tutti gli attori coinvolti costruiscono assieme od individualmente un percorso di crescita e di consapevolezza personale o familiare atto ad affrontare e gestire il cambiamento, le difficoltà e le insicurezze attraverso un processo discoperta, di attivazione e di valorizzazione delle risorse interne ad ogni soggetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.