Indirizzo socio-sanitario

MASTER TRIENNALE IN COUNSELING
ad Orientamento Umanistico Integrato
INDIRIZZO SOCIO-SANITARIO

PERCHÉ UNA SCUOLA DI COUNSELING AD ORIENTAMENTO SOCIO SANITARIO

La comunicazione, strumento essenziale per la promozione della salute e per la cura della malattia, può essere considerata un’attività strategica per sviluppare stili di vita salutari, per facilitare la modifica dei comportamenti a rischio dei singoli individui e della collettività e per favorire l’adattamento funzionale a condizioni di malattia.
Le competenze comunicativo – relazionali integrate con le competenze tecnico-scientifiche specifiche del ruolo professionale svolto da ogni operatore, costituiscono la garanzia per interventi efficaci. La probabilità di successo dei piani e dei programmi sanitari di prevenzione, di screening e di assistenza si basa, infatti, sia su elementi di natura tecnica e organizzativa, sia su aspetti comunicativi.
L’apprendimento/perfezionamento delle competenze di base del counselling rappresenta un’opportunità offerta agli operatori per attuare interventi non improvvisati dal punto di vista relazionale, ma ispirati a principi e strategie centrati sui bisogni e sulle richieste dei singoli, nonché sulle loro specifiche risorse e potenzialità.

OBIETTIVI SPECIFICI DEL COUNSELING AD ORIENTAMENTO SOCIO – SANITARIO
• Identificare i criteri fondamentali di una comunicazione consapevole e finalizzata
• Individuare i fondamenti della prassi comunicativa (comunicazione verbale, non verbale e paraverbale)
• Individuare qualità personali, tratti caratteriali e stili comunicativi che possono favorire o ostacolare lo stato di salute
• Identificare le abilità da utilizzare nel processo di counselling sanitario con particolare riferimento alle tecniche funzionali a tale scopo
• Individuare principi, scopo e fasi dell’intervento di counselling in ambito sanitario
• Individuare nel processo di counselling le condizioni e i criteri fondamentali per un’efficace integrazione tra le diverse figure professionali (lavoro di equipe e lavoro di rete)

DESTINATARI

COUNSELING AD INDIRIZZO  SOCIO SANITARIO

  • esperti nella consulenza in ambito sanitario,
  • medici,
  • psichiatri,
  • psicoterapeuti,
  • psicologi,
  • infermieri,
  • operatori sociosanitari

ARGOMENTI COUNSELING AD INDIRIZZO  SOCIO SANITARIO 

  • Il Counseling fenomenologico esistenziale
  • Il Counseling non direttivo secondo l’orientamento di C. Rogers. D. Gordon, R. Carkhuff.
  • L’Empatia e l’Ascolto Attivo
  • Il colloquio d’aiuto secondo l’orientamento cognitivo – comportamentale
  • L’analisi transazionale integrata: gli stati dell’Io
  • L’approccio cognitivo ABC delle emozioni. Implicazioni emotive e iter della malattia
  • Biologia delle emozioni e psicoimmunologia
  • Le emozioni inascoltate: alessittimia e linguaggio d’organo
  • La comunicazione verbale e non verbale, come superare le difficoltà di comunicazione con il cliente e i suoi familiari
  • Intervento di Counseling per sostenere il cliente nei momenti di crisi
  • Il Counseling psicodinamico: elementi di transfert e controtransfert  nella relazione con il Cliente/Utente
  • Il Counseling e lo Stile relazionale del Cliente/Utente
  • Strumenti e tecniche per praticare il Counseling orientato all’approccio ri-decisionale del progetto di vita
  • Il Counseling di gruppo: tipi di interventi di gruppo come risorsa di cura
  • La leadership
  • Apprendere l’eccellenza per una comunicazione efficace della diagnosi
  • Il Counseling ad orientamento gestaltico: “Il ciclo di Contatto”
  • Psicologia transpersonale e mediazione corporea nel colloquio di aiuto: biosistemica
  • Enneagramma
  • PNL: Programmazione neurolinguistica
  • Il Counseling ad orientamento gestaltico: le modalità di resistenze al contatto del cliente di fronte alla malattia
  • Analisi Transazionale Integrata: come aiutare il cliente a scegliere la via della guarigione
  • Il Counseling secondo l’orientamento sistemico-relazionale: ristabilire l’armonia nella malattia
  • Il Counseling secondo l’orientamento logoanalitico, psicosintetico
  • Il Counseling nelle problematiche dei disturbi sessuali
  • Elementi di Psicosomatica: il Linguaggio d’Organo e il sintomo
  • Il Counseling psicosomatico: dalla diagnosi patobiografica ad orientamento antropoanalitico all’intervento in prospettiva  olistica
  • IL SIMBOLISMO CORPOREO : Il corpo rinnegato
  • Il modello dell’inibizione dell’azione
  • La malattia come travestimento ed irretimento
  • La malattia come repressione dell’aggressività
  • L’interpretazione nucleare del trauma
  • Stress e malattia: quando l’impatto della malattia dà luogo a un disturbo post traumatico da stress
  • Mobbing, Burn-Out: ovvero quando l’operatore sanitario è l’utente del Counseling
  • Il Counseling psicosomatico nelle problematiche del comportamento alimentare
  • La progressione di malattia: il Counseling nello accompagnamento al malato terminale
  • Il Counseling nell’elaborazione del Lutto
  • Interventi di prevenzione primaria e secondaria nel disagio psicologico e relazionale
  • Attività orientate alla cultura del benessere e al superamento di difficoltà e di disagio esistenziale
  • Competenze comunicative-relazionali al fine di agevolare relazioni positive ed efficaci tra il medico e il paziente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.